• A diciotto anni Temple Grandin si costruì una macchina per gli abbracci. Aveva visto che le mucche diventavano mansuete dentro la gabbia di contenimento usata dal veterinario per visitarle, e aveva intuito che uno strumento simile avrebbe potuto calmare anche lei. Così, con due assi di compensato che si stringevano dolcemente ai lati di una panca, realizzò lo strano congegno. Che funzionò a meraviglia. E Temple, giovane autistica con molti problemi di relazione, capì di avere una speciale affinità con gli animali. E capì che per essere felice avrebbe dovuto studiarli e stare con loro il più possibile. Quel che non sapeva è che varie altre – e non meno spiazzanti – scoperte avrebbero fatto di lei uno dei più famosi esperti del comportamento animale. Ma che cosa hanno in comune gli individui autistici e gli animali| Rispondono agli stimoli esterni in modo diverso dalla norma, e tuttavia secondo regole precise, con un linguaggio interiore coerente e un’attenzione concentrata su particolari visivi, uditivi e tattili che a noi sfuggono del tutto. Per Temple, incapace di capire i rituali della socialità, un abbraccio non è, ad esempio, che un sovraccarico sensoriale di impulsi contraddittori. Ecco perché deve rifugiarsi dentro una macchina, se vuole provare senza complicazioni quel piacere. Agli animali capita lo stesso con una grande varietà di stimoli, che interpretano secondo i loro codici specifici. Un impermeabile giallo appeso a un cancello per noi non ha alcun significato particolare, ma per una mucca è un segnale, che può scatenare reazioni di panico. Per scoprire questa correlazione inaspettata occorre una mente fuori dal comune, in grado di vedere la realtà dal punto di vista dell’animale. Capire il linguaggio degli animali non è solo un’avventura intellettuale, ma anche un modo concreto per imparare a comunicare con loro: grazie a una donna autistica e al suo affascinante mondo interiore, oggi siamo in grado di farlo.

  • Quando John e Jenny, una giovane coppia della Florida, decidono di adottare un cane per fare pratica come genitori non si immaginano quale uragano sta per abbattersi sulla loro casa. Marley, un Labrador giallo, da adorabile cucciolo si trasforma immediatamente in un gigante maldestro che si lancia attraverso le porte a zanzariera, distrugge le pareti, sbava sugli ospiti, ingurgita qualsiasi cosa attiri la sua curiosità, dai gioielli ai divani, e fugge dai bar tirandosi dietro il tavolino. Insomma, è la vergogna della scuola di addestramento e la disperazione del suo veterinario, che non sa più quale tranquillante prescrivergli. Ma Marley ha anche un cuore puro e innocente. Come rifiuta ogni limite imposto alla sua esuberanza, così la sua lealtà e il suo attaccamento sono infiniti, e la sua allegria devastante ma contagiosa sa riconquistarsi ogni volta l'affetto dei padroni. Questo libro è la sua storia, le gesta di una "persona non umana" che ha condiviso le gioie e i dolori della famiglia mentre questa cresceva, se n'è sentito parte anche nei periodi in cui nessuno voleva più saperne di lui e soprattutto è stato, per tutta la sua esistenza, un distruttivo, insostituibile, commovente esempio d'amore e fedeltà.

  • A Konrad Lorenz è stato conferito il Premio Nobel 1973 per la medicina in riconoscimento della sua opera fondatrice di una scienza che rivela sempre più la sua enorme portata: l’etologia. Ma Lorenz non è soltanto un grande scienziato: pochi libri hanno affascinato così tanti lettori in questi ultimi anni come le storie di animali da lui magistralmente raccontate nell’Anello di Re Salomone. Ora, in E l’uomo incontrò il cane, il lettore troverà una sorta di proseguimento di quelle storie, tutto dedicato all’animale che più di ogni altro crediamo di conoscere e sul quale però tante cose abbiamo da scoprire – il cane. Lorenz ci guida qui innanzitutto verso le origini dell’«incontro» fra l’uomo e il cane, quando il rapporto era piuttosto con i due, assai differenti, antenati dei cani attuali: lo sciacallo e il lupo. Queste origini lasciano le loro tracce in tutte le complesse forme di intesa, obbedienza, odio, fedeltà, nevrosi che si sono stabilite nel corso della storia fra cane e padrone. Spesso ricorrendo a dei casi a lui stesso avvenuti, Lorenz riesce in queste pagine a illuminare rapidamente tutto l’arco della «caninità» con la grazia di un vero narratore, con la precisione e la sottigliezza di uno scienziato che ha aperto nuove vie proprio nello studio di questi temi, con la fertile intelligenza di un pensatore che, attraverso le sue ricerche sugli animali, è riuscito a porre i problemi umani in una nuova luce.

  • Lavorare in pet therapy o nella didattica, impostare un progetto di educazione e istruzione del cane, offrire una consulenza nelle aree dell'adozione e della corretta impostazione del legame con il pet richiedono prima di tutto una riflessione sul concetto di relazione uomo-animale. Quali sono le caratteristiche di questo incontro e come intervenire per valorizzare il nostro rapporto con gli animali? A queste domande la zooantropologia applicata offre un metodo impostato su principi guida rispettosi dell'animale e della soggettività della persona. Il volume si propone come un manuale in grado di riassumere in una concisa serie di articoli le caratteristiche del metodo zooantropologico analizzando gli argomenti specifici della zooantropologia.

  • Oltrepassato il “muro sensibile” e scivolata nell’universo senza tempo, Mia decide di dedicare al mondo degli umani un ultimo dono tangibile: narrare se stessa. 
    Ha così inizio un viaggio a ritroso che, partendo dal primo giorno di vita si muove lentamente verso il giorno della fine. Si descrive, Mia, attribuendo alla memoria il compito di immaginarsi nel presente e nel passato, annullando il tempo e contrastando la morte con un’imperitura vitalità.

    Nel corso delle pagine, emergono le descrizioni di ciò che è stato autentico e vero; il richiamo a concetti e principi di etologia, di apprendimento e di psicologia canina. Il primo periodo insieme alla mamma ed ai fratelli, il distacco da essi e, quindi, l’accoglienza presso il nuovo proprietario; i mesi iniziali in una località montana e il successivo trasferimento in città. Gli incontri con altri suoi simili, l’apprendimento di comportamenti e azioni di vita quotidiana, le visite a luoghi e ambienti di rara bellezza naturalistica, l’avvicinamento alle discipline cinofilo-sportive fino alla partecipazione a vere e proprie competizioni, locali e nazionali. Il tutto “filtrato” dai suoi occhi attenti, in uno scorrere di emozioni, percezioni e sensazioni tipicamente “canine”. 
    In aggiunta a ciò, un insieme di considerazioni sulla vita, sull’amicizia, sull’amore, sulla felicità, sulla tristezza e sul dolore, in un’ottica di analisi espressa dalla mente del cane. Filo conduttore: l’elemento dell’acqua, da fonte di gioiosa ebbrezza a strumento di unica consolazione. 

    Il raccontarsi di Mia è il raccontarsi di tutti i cani. La sua è un’ode cantata e dedicata a questo meraviglioso, unico e sorprendente animale domestico.

  • A ogni razza canina ufficialmente riconosciuta è dedicata una scheda che ne illustra le origini e le caratteristiche fisiche e attitudinali.


    La classificazione proposta segue l'ordine individuato dalla Federazione Cinologica Internazionale che identifica 10 gruppi.


    Valeria Rossi, nota allevatrice e cinofila, è autrice di numerose pubblicazioni specialistiche sulle singole razze, sull'educazione e sul linguaggio del cane.

  • Graeme Sims è un'autorità in materia di "dog training" nel Regno Unito, dove si esibisce regolarmente con i suoi quindici esemplari per dimostrare l'efficacia del proprio metodo di addestramento. Chiunque assista a uno dei suoi show resta effettivamente stupefatto, perché Sims riesce a gestirli tutti insieme contemporaneamente senza quasi proferire parola: ogni cane sa esattamente cosa fare e obbedisce a ogni comando come se gli leggesse nel pensiero, in una magica atmosfera di profonda comprensione e rispetto. In realtà questa totale devozione è il risultato del metodo illuminato di Sims, basato sul principio che i cani non sono giocattoli, bambini o schiavi di nostra proprietà, ma vanno trattati da pari, e che solo così esseri umani e animali possono imparare a capire le esigenze reciproche. Passo dopo passo, Sims illustra la sua tecnica del "sussurrare ai cani" dimostrando, attraverso episodi autobiografici - a tratti molto commoventi - e alcuni casi capitatigli nel corso della sua lunga esperienza, come chiunque sia in grado di apprendere a comunicare correttamente con il proprio amico a quattro zampe. Al contempo, offre anche una serie di utilissimi consigli per aiutare a scegliere la razza più adatta alle nostre esigenze, per instaurare un rapporto di fiducia con l'animale che abbiamo scelto e per affrontare e risolvere le situazioni problematiche, per esempio con un cane difficile, nervoso o aggressivo.

  • Questo libro aiuta a spiegare l'aggressività canina nelle sue molteplici sfaccettature in modo da riuscire a prevederla, prevenirla e curarla. Si tratta di una guida pratica di educazione e di terapia, per affrontare questa problematica nel quotidiano. Una sorta di libro-guida, non solo per il veterinario comportamentalista e gli altri esperti del settore; non solo per il proprietario di un cane che manifesta comportamenti aggressivi, bensì per tutti.


     


    Indice


    - Casi clinici: "il mio cane ha morso"
    - Definire l'aggressione
    - Una formula precisa
    - Quadro di riflessione
    - La risoluzione dei problemi
    - L'iter diagnostico pratico
    - Le diverse tappe
    - Il calcolo della pericolosità
    - Il rischio di pericolosità per l'uomo
    - La sequenza del comportamento aggressivo
    - Le posture nei casi d'aggressione
    - L'individuo e le sue componenti
    - Contesti e circostanze
    - Le conseguenze dell'aggressione
    - I tipi d'aggressione
    - La classificazione in etologia
    - Classificazione in funzione del soggetto aggredito
    - L'aggressione difensiva e protettiva
    - L'aggressione per la distanza
    - L'aggressione territoriale
    - L'aggressione al postino
    - L'aggressione materna
    - L'aggressione da irritazione
    - L'aggressione da paura
    - L'aggressione ridiretta
    - Le aggressioni offensive
    - L'aggressione competitiva fra cani
    - L'aggressione competitiva fra cani ed esseri umani
    - L'aggressione possessiva
    - L'aggressione fra cani fuori del gruppo
    - La predazione
    - L'aggressione da inseguimento
    - L'iperaggressione
    - L'aggressione su comando
    - Genetica dell'aggressione
    - Diagnosticare l'aggressione
    - Diagnosi nosografica
    - Trattare l'aggressione
    - L'impiego di psicotropi
    - Prevenire l'aggressione
    - I test predittivi dell'aggressività
    - Quando compare il bambino...
    - Le responsabilità
    - Le competenze richieste
    - Allegato 1 - Aiuto alle vittime
    - Allegato 2 - Aiuto ai medici
    - Allegato 3 - Scala di valutazione
    - Allegato 4 - Come comportarsi in presenza di un cane aggressivo
    - Allegato 5 - Il cane aggressivo e la legge
    - Allegato 6 - L'identificazione del cane aggressivo
    - Soluzioni
  • È un volume pratico, chiarissimo nei contenuti e riccamente illustrato, dedicato interamente alla comprensione del linguaggio del cane nel suo rapporto con l'uomo. Dai primi segnali di attenzione, dominanza, sottomissione, curiosità, rispetto, all'interazione con i suoi conspecifici e con gli uomini, sia in famiglia sia con gli estranei. Aggressività, coraggio, paura, timidezza, giocosità... Tutti gli atteggiamenti che il fedele amico dell'uomo manifesta possono essere interpretati facilmente con questa guida. Per allevare un cane equilibrato e felice.

  • Piccolo manualetto edito da Royal Canin per educare il tuo cucciolo in 8 lezioni.

  • Una comoda e pratica guida ricca di informazioni, suggerimenti e tante indicazioni per andare d'amore e d'accordo con il tuo amico a quattro zampe.



    • Scegliere quello giusto, con cui condìvivere spazi e tempo.

    • Prendersi curo dello sua salute e del suo benessere.

    • L'alimentazione corretta, i giochi e le attività.

    • Oggetti e attrezzature: dalla ciotola al guinzaglio.

    • Organizzare i suoi spazi in coso e prevederli in vacanza.

    • Le normative italiane su vaccini, assicurazioni, tatuaggi e microchip...

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Joomla templates by Joomlashine